QUESTO SPAZIO E’ UN PICCOLO TRIBUTO A QUANTI IERI, OGGI E DOMANI HANNO CONTRIBUITO E CONTRIBUIRANNO ALLA COSTRUZIONE DELLA SALUTE DELLA SOCIETA’ IN MODO SEMPLICE, ETICO E PROFONDO, SENZA SCENDERE A COMPROMESSI COL SISTEMA A DANNO DELLA SALUTE DEI SINGOLI.

 

MICHEL ODENT

Michel Odent nasce a Oise nel 1930. Dopo aver lavorato in Algeria e Guinea come chirurgo di guerra, dirige per 23 anni il servizio di chirurgia e ostetricia/maternità del piccolo ospedale di Pithiviers,e dove inizia a comprendere  i meccanismi fisiologici e ormonali che sottendono il parto e le prime interazioni tra madre e bambino. Autore di centinaia di testi, Odent ha creato “The Primal Health Research database”, attualmente l’unico database che si propone di raccogliere e divulgare le ricerche mondiali che abbiano messo in relazione ciò che succede durante il “periodo primale” e la salute dell’individuo a lungo termine. Ha detto:

 “Ci sarà una rivoluzione nella nostra visione della violenza nel momento in cui vedremo il processo della nascita come un periodo critico per lo sviluppo della capacità d’amare”

 

 

JEANNINE PARVATI BAKER

Jeannine Parvati Baker (1 giugno 1949- 1 dicembre 2005) è un personaggio poliedrico e sorprendente: allo stesso tempo ostetrica, maestra di yoga, erborista. È autrice di “Yoga prenatale e parto naturale”, e poi “Hygieia”. Il terzo libro, del 1986, è Il concepimento consapevole: viaggio elementale nel labirinto della sessualità, un trattato approfondito di psicologia pre e perinatale, una scienza in costante espansione.

Moltissime le parole e le sue azioni ricche di fiducia e amore per le donne in attesa e per la nascita del bambino, mai nessuna ombra sulla possibilità della donna di partorire da sola.

Ha detto “Guarire una sola nascita è guarire il mondo”.

 

GIANNI RODARI

 

Gianni Rodari (Omegna, 23 ottobre 1920Roma, 14 aprile 1980) è stato uno scrittore, pedagogista e giornalista italiano, specializzato in testi per bambini e ragazzi e tradotto in moltissime lingue. È stato capace di trasmettere un senso della parola e della lingua che è senso della vita. Una parola creativa, leggera e profonda al tempo stesso. Il suo capolavoro pedagogico: Grammatica della Fantasia; introduzione all’arte di inventare storie.

Chi, come lui coglie e sa trasmettere l’amore per la lettura è di fatto un promulgatore di salute. Leggere libri, fa bene all’anima.

 

IBU ROBIN LIM

Ibu Robin Lim (1956), chiamata l’ostetrica dai piedi scalzi. Nel 1994 ha fondato l’associazione no profit Yayasan Bumi Sehat (Bumi sta per terra madre e Sehat significa sano, felice), è un consultorio per le madri e le famiglie, in cui operano insegnanti, ostetriche, infermiere, medici e volontari internazionali che lottano contro la povertà e la malnutrizione per garantire una gravidanza sana, un parto sereno, un’assistenza affettuosa e competente, un’accoglienza felice del nuovo nato. Difendere i diritti riproduttivi delle donne vuol dire individuare cure sanitarie, progetti educativi e programmi di prevenzione sostenibili e culturalmente appropriati, offrendo un fondamentale luogo di salute per tutte le persone povere della regione che lì possono trovare la massima cura amorevole al momento della nascita. Subito dopo lo tsunami del 2004 si è recata con il suo team ad Aceh, molto vicino all’epicentro del sisma, quasi completamente distrutto dalle acque, dove il 70% della popolazione è morta in un minuto. Nel portare soccorso in territori devastati dai conflitti e da disastri ambientali, l’intervento di Ibu Robin non è solo ostetricia d’emergenza, ma anche un servizio sanitario gratuito, basato su tre principi forti e semplici: rispetto delle culture, della natura e delle scienze mediche. Ibu Robin è promotrice di un’idea dell’ostetricia come un’arte basata sull’amore e asserisce che rispettando la nascita si diventa portatori di Pace: “Guarire la terra, un bambino alla volta”.

 

LORENZO BRAIBANTI

Medico chirurgo, è tra i primi a criticare la medicalizzazione della nascita e ha cercato di divulgare il suo pensiero in ambito scientifico. Ha scritto

“La saggezza dell’evoluzione biologica ha garantito nei lunghi millenni che la madre fosse preparata a partorire, il bambino ben preparato a nascere ed entrambi solidi e adatti a costruire insieme una salda relazione, cui è affidata la sopravvivenza della specie. Non dovremmo sforzarci di porre correttivi alle forze naturali già insite in loro.” (Lorenzo Braibanti)

Fornisce una importante indicazione alle ostetriche e agli ostetrici :

“Saper aspettare, aspettare… e aspettare ancora”: