In questo spazio è possibile dire ciò che solitamente è sconsigliato dire, basta usare dolcezza e rispetto, senza parole aggressive o dure…chiunque volesse partecipare suggerendo altre cose che “non si possono dire” può farlo scrivendo a info@costruirelasalute.it

 

NON SI DICE, O MEGLIO NON SI PUO’ DIRE….

CHE IL PARTO NON È PERICOLOSO. Se veramente non si disturbasse il travaglio e la nascita, la percentuale di rischio perinatale per la madre e per il bambino sarebbe così bassa da essere irrilevante, così bassa da non pensare a alcuna forma di assistenza.

CHE VERRA’ UN GIORNO IN CUI QUELLO CHE STA ACCANDENDO A MAMMA E NEONATO OGGI AL MOMENTO DEL PARTO NELLA MAGGIOR PARTE DEGLI OSPEDALI SARA’ CONSIDERATO UN ABUSO E UN FORTE ATTO DI VIOLENZA.

CHE LA NOSTRA CAPACITA’ DI GUARIGIONE DALLE MALATTIE E’ BEN PIU’ GRANDE DI QUELLO CHE PENSIAMO ADESSO ED E’ SPESSO ATTUABILE SENZA IL RICORSO A MEDICI E MEDICINE. Ciò non significa che noi non possiamo avere bisogno di rivolgersi a un medico o che un farmaco non possa portarci alcun giovamento. Significa solo che potremmo guarire se solo fossimo nella condizione di ricorrere a ogni nostra risorsa fisica, mentale ed  emotiva.

CHE LA MAMMA E’ LA PERSONA PIU’ IMPORTANTE DELLA NOSTRA VITA. In ogni nostra cellula c’è lei, quello che ha vissuto quando ci ha portato in grembo e tutto quello che ci ha dato e non dato in ogni altro giorno della nostra vita.

CHE I BAMBINI SONO GLI ESSERI PIU’ VERI E SAGGI CHE ESISTANO. Se solo gli consentissimo di essere ciò che vogliono essere, con amore e con un ascolto profondo.

CHE I BAMBINI SOLITAMENTE NON SI AMMALANO. Ciò non significa che un bambino non si ammala mai, ma che i bambini hanno un potenziale di salute che proprio nell’infanzia ha il suo apice. Pensare che i bambini siano più deboli o si ammalino più facilmente degli adulti è una distorsione. Un bambino malato comunica qualcosa che non va, dobbiamo solo imparare a decifrare.

CHE OGNUNO DI NOI PORTA DENTRO SE’ UN BAMBINO FERITO.

CHE LA SCUOLA NON E’ FONDAMENTALE PER IMPARARE E PER ESSERE PERSONE DI CULTURA. I saperi sono molteplici, l’istruzioni può avvenire in tante forme, quella scolastica è un’opportunità ma la nostra costituzione ci indica l’obbligo di istruzione non l’obbligo di frequenza scolastica, possiamo come genitori e educatori dare forma a nuove modalità di educazione.

CHE LA DONNA HA UN POTERE E UN INTUITO SUPERIORI A QUALSIASI ALTRO ESSERE VIVENTE SULLA TERRA. Ciò non è dovuto semplicemente a una diatriba sessista, ma al fatto che la donna porta dentro di sé il futuro dell’umanità, anche filogeneticamente ha così sviluppato un intuito sopraffino per scegliere, prevenire, rimediare a favore della vita. Il potere le è dato dalla straordinaria capacità di far crescere un essere nel suo ventre e dopo nove mesi accucciarsi, darlo alla luce e prendersi cura di lui.